Associazione per la Cura del Comportamento Alimentare

Costumi con le pieghe

costumi con le pieghe associazione acca lucca il blog

Week end è uguale shopping.

Questa è la semplice equazione che trovate su qualsiasi rivista e che spesso è vero.

Sabato scorso ho fatto un giro per negozi ed indovinate cosa ho trovato? I costumi da bagno!

Che ansia, amici! Ho ancora troppo freddo per pensare all’estate, e se posso essere sincera con voi, non amo il mare. Mi innervosisce, mi inquieta.

E non posso negare che probabilmente aver sofferto di disturbi alimentari ha inciso sul mio disamore verso il mare.

Insomma, non ho fretta di comprare il costume!

Ho sempre apprezzato, in alcuni momenti addiruttura invidiato, la noncuranza con cui vedevo le altre persone camminare sulla spiaggia, muoversi allo stesso modo di come avrebbero fatto vestiti.

Io no. Ho sempre cercato nel pareo, nei kaftani, la mia coperta..di Linus.

Avete mai sentito le stesse sensazioni?

Avete mai comprato un costume e indossandolo avete pensato che non vi sta come stava alla modella? Succede spesso con gli acquisti online.

Questo perché vediamo immagini photoshoppate o modelli modificati e ritoccati perché calzino perfettamente a chi li indossa. Il più delle volte è la prima opzione.

Ha fatto notizia in questi giorni vedere che un famosissimo sito di e commerce abbia mostrato sul proprio sito la foto della modella con il costume in vendita, seduta e con le pieghe della pancia.

Le normalissime pieghe che vengono a ciascuno di noi quando ci sediamo.

É quello, secondo me, il modello a cui aspirare: il sentirsi bene con le nostre pieghe della pancia, il vestire il nostro corpo con naturalezza e noncuranza.

Chissà, se ci riuscissi, forse inizierei anche ad apprezzare il mare!

 

S.